• Dogs & Country

    Webinar Cani & Cibo

    Scusate il ritardo nell’annunciarvelo, ma ho il blocco dello scrittore.  Lo scorso mese di gennaio ho tenuto un corso di tre serate sull’alimentazione del cane… Bene, da parecchio penso quale possa essere il mio contributo sul fronte del coronavirus. Qualche giorno fa ho avuto un’intuizione e ho pensato di riproporre sotto forma di webinar la prima lezione del mio corso. Di cosa parlerò? In pratica dedicherò un’oretta a parlare di come il cane è diventato cane (a partire dal lupo) e di come questo ha determinato un cambiamento delle sue necessità nutrizionali. Al termine di questa parte verranno date alcune nozioni di base sull’anatomia e sulla fisiologia del cane. Queste…

  • Dogs & Country,  The Gundog Project

    Le risposte dell’organismo all’esercizio fisico

    di Chiara Adorini (DVM, CVA -IVAS, CCRT) Condividiamo con piacere la lettura (riassunta) di una pubblicazione scientifica che riguarda i cani sportivi. Per saperne di più andate su www.medicinasportivaveterinaria.com Molti aspetti clinico-patologici variano in risposta all’esercizio fisico. Ciònostante, vi sono delle variabili attribuibili ai tempi di prelievo che possono influenzare questi aspetti nelle analisi del sangue. Uno studio eseguito su 3 team composti da 6 cani ciascuno (team che nelle ultime 10 settimane si erano allenati su dryland per un totale di circa 300 miglia) sono stati fatti correre su un percorso di dryland di 3 miglia. Il percorso veniva concluso in circa 12 minuti a una velocità media di…

  • I veterinari e la nutrizione
    Dogs & Country,  The Gundog Project

    Il proprietario, il veterinario e la nutrizione

    di Rossella Di Palma (DVM) – Scuola Specializzazione Sanità Animale, Allevamento e Produzioni Zootecniche www.violetvet.it Qualche giorno fa si è concluso un breve corso sull’alimentazione del cane e del gatto che ho proposto e curato insieme ad un’associazione locale. Senza voler peccare di immodestia, nel suo piccolo, credo che il corso sia stato un successo. Ha poi confermato qualcosa che già sapevo, ovvero che ai proprietari, o per lo meno a certi proprietari, interessa come fare stare meglio i loro animali e, pertanto, gli interessa come alimentarli. Ho avuto un pubblico eterogeneo: “semplici” proprietari, allevatori, educatori, conduttori di cani sportivi, una bellissima platea con cui interfacciarsi, discutere e da cui…

  • Dogs & Country

    Io corro da solo!

    Anche i cani da caccia si perdono Un lungo silenzio ma, messa di fronte all’ennesimo annuncio raffigurante un segugio “fatto perdere dai cacciatori perché non era buono”, mi è tornata la voglia di scrivere. Riassunto: la maggior parte delle razze canine, che vi piaccia o meno, erano o sono usate per la caccia. Ma erano, o lo sono? Diciamo che, ultimamente, si è tentato di trasformare alcune razze prettamente in razze da compagnia, ma l’esperimento è riuscito a metà, ovvero certe caratteristiche proprie del cane da caccia sono rimaste tali e quali. Ma abbandoniamo questa breve digressione e torniamo ai cani da caccia-caccia, quelli che vengono “fatti perdere perché non…

  • Dogs & Country

    Cardiomiopatia dilatativa (DCM) e alimentazione: facciamo il punto

    di Rossella Di Palma (DVM) Scuola Specializzazione in Sanità Animale, Allevamento e Produzioni Zootecniche e Maria Mayer (DVM, Ph.D). Dopo aver esaminato COSA sono esattamente gli alimenti grain free nell’articolo a 4 mani scritto dalla collega Maria Mayer e me, torniamo sull’argomento per analizzare (purtroppo) una possibile correlazione fra la somministrazione di questo tipo di alimenti e la cardiomiopatita dilatativa (DCM dall’inglese Dilated CardioMiopathy). BREVE RIASSUNTO: come abbiamo visto nell’articolo precedente, vengono generalmente denominati grain free gli alimenti commerciali per cani e gatti che non contengono cereali. Molto spesso vengono confusi con alimenti privi di carboidrati, ma come abbiamo visto non è affatto così. Questo tipo di alimenti infatti contiene…

  • Dogs & Country,  The Gundog Project

    Caccia al cane… da caccia

    Riflessioni di mezza stagione… di caccia. Nel Medievo si cacciavano le streghe, in questo momento storico tanti, troppi, cacciatori, danno la caccia al loro cane, sia in senso letterale (si insegue il cane da caccia che scappa), sia in senso figurato, trasformando il cane nel capro espiatorio preferito. Se il cane scappa è colpa del cane; se il cane non riporta è colpa del cane; se il cane… qualsiasi cosa accada è colpa del cane, senza se e senza ma, senza un minimo di senso critico, né di introspezione. Quando un cane sbaglia, ammesso che sbagli, chi si chiede mai se la creatura stata messa in condizione di agire correttamente?…

  • Dogs & Country,  Redbryony

    Cuccioli… o individui senzienti?

    Breve capitolo nella storia di una cucciolata L’allevatore è spesso visto come una persona cattiva, che mette al mondo cuccioli inutili a fini di lucro… Non voglio parlare per gli altri, intendo parlare solo per me, ma ritenendomi, per fortuna, non l’unica persona a vederla così. Fini di lucro? Io non ho nemmeno recuperato le spese che sono state necessarie per farli nascere e crescere, non parliamo delle spese relative ai controlli sanitari della madre (nel mio caso displasia dell’anca, displasia del gomito, PRA e NCL), né di quelle per portarla avanti a caccia, in esposizione e in prove di lavoro in Italia e all’estero. Sì perché il cane va…

  • Dogs & Country,  The Gundog Project

    Grain free è meglio?

    di Rossella Di Palma (DMV) Scuola Specializzazione in Sanità Animale, Allevamento e Produzioni Zootecniche e Maria Mayer (DMV, Ph.D.) Scegliere un alimento commerciale Grain free è davvero la scelta migliore per il nostro cane e gatto? articolo a 4 mani, mio e della collega Dr.Maria Mayer (qui trovate il suo blog, dove l’articolo è stato originariamente pubblicato qualche mese fa). L’arrivo dei primi Grain Free Circa 10 anni fa, sono comparsi in Italia i primi mangimi grain free. All’epoca questi mangimi avevano stupito tutti non tanto per l’assenza di cereali, quanto per l’elevata percentuale proteica.  Percentuali di proteine che superavano il 40% non si erano mai viste sul mercato: i mangimi per cuccioli, cagne in lattazione…

  • Dogs & Country,  The Gundog Project

    L’alimentazione del cane da caccia: il ruolo delle proteine

    di Rossella Di Palma (DMV) Una delle “manie” dei proprietari, specie se di cani sportivi, è scegliere un mangime in base alla percentuale di proteine in esso contenute. In realtà, scegliere un mangime basandosi su questo parametro è un mezzo pasticcio: le proteine non sono tutte uguali! Quando si parla di proteine è infatti fondamentale tenere a mente il concetto di “valore biologico“. Il valore biologico, come potrete meglio capire cliccando il link, indica la qualità della proteina in questione o, se preferite, la facilità di utilizzo da parte dell’organismo. Se pensiamo ai cani, che sono dei carnivori adattati anche a mangiare cereali e prodotti di origine vegetale, le proteine…

  • Dogs & Country,  Redbryony

    In Val d’Aosta in cerca di galli

    Cosa non si fa per i cani. Chi mi conosce sa che non sono esattamente una persona mattiniera. O meglio, non è che mi alzi particolarmente tardi (ma nemmeno particolarmente presto), più che altro alla mattina ho la reattività di una tartaruga assonnata: difficilmente riesco a materializzarmi da qualche parte in orari antelucane. Come tutte le regole, tuttavia, anche questa ha la sua eccezione: basta usare la giusta esca cinovenatoria e potrei anche arrivare alla meta quando il sole non è ancora alto. Lo scorso agosto è successo proprio così e in ben DUE occasioni sono stata avvistata dalle parti della Val d’Ayas in primissima mattinata. Cosa mi ha spinto…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi